Due campioni di maglia lavorati con il punto Pavone: uno in filato a strisce colorate tonalità natura e l'altro in bianco chiaro.

Guida Completa al Punto Pavone: Video Tutorial, Descrizione dettagliata e Consigli

Eccoci di nuovo insieme,

È tempo di esplorare una nuova variante del punto pavone, da aggiungere al nostro repertorio di maglia.

 

In passato abbiamo già visto due alternative: quella classica più estesa

Punto Pavone ai ferri classico e facile

e quella con il rilievo simile a conchiglie

Il motivo che vedremo adesso è in particolare più compatto e fitto.

La prima cosa che si nota è il motivo ondulato, caratteristico per il punto pavone, con dei piccoli occhielli che decorano la superficie.

Dato che il punto pavone è ampiamente utilizzato per realizzare copertine, sciarpe, stole e altri progetti che richiedono simmetria laterale, come nel campione che esamineremo oggi, ci concentreremo su come lavorarlo, inclusi le maglie di simmetria.

Per comodità, ho contrassegnato queste maglie di simmetria con il colore rosso nella descrizione ferro per ferro.

Durante la lavorazione, chiameremo maglie di simmetria le 12 maglie esterne (8 all’inizio e 4 alla fine). Il resto delle maglie, racchiuse nel loro interno, costituisce la trama del punto, che si ripete ogni 12 maglie lungo il ferro e per 4 ferri in altezza.

Di conseguenza, il punto si lavora su un numero di maglie divisibile per 12 a cui alla fine vanno aggiunte soltanto 2 maglie di bordo.

Passiamo alla lavorazione:

Se la descrizione vi lascia con qualche dubbio, vi invito a dare un’occhiata al nostro video tutorial passo passo. Vi accompagnerà attraverso ogni fase in modo dettagliato, fornendo una guida chiara e pratica per la realizzazione del punto pavone.

 



 

Per questo campione ho avviato 38 maglie (di cui 24 maglie per il punto, 12 maglie dedicate a simmetria e 2 maglie di bordo).

Dopo l’avvio, potete rifinire il bordo a piacere. Personalmente, ho optato per il punto legaccio, lavorando un paio di ferri a diritto. Una volta rifinito il bordo e ritrovandomi di nuovo sul lato diritto del lavoro, inizio il primo ferro del punto

1° ferro (lato diritto): 1 mdb, (2 m. insieme a dir.)-2 volte, (1 gettato, 1 m. a dir.)-4 volte, * (2 m. insieme a dir.)-4 volte, (1 gettato, 1 m. a dir.)-4 volte *, (2 m. insieme a dir.)-2 volte, 1 mdb.

Dopo il primo ferro, vediamo che sono apparsi i primi occhielli, posizionati subito sotto i gettati. Ricordiamo il numero 4, ovvero diminuiamo 4 volte e gettiamo 4 volte per ripristinare, mantenendo invariato il numero di maglie sul ferro. Questo primo ferro richiede più attenzione e lavoro. I Prossimi 3 ferri sono più facili.

Voltare il lavoro passando sul lato rovescio e cominciare il secondo ferro del punto.

2° ferro (lato rovescio): 1 mdb, lavorare tutte le maglie sul ferro a diritto, 1 mdb.

Dopo aver uniformato tutte le maglie, gli occhielli sono completamente formati. Nei prossimi due ferri, procederemo a formare la parte liscia della superficie, fondamentale per il rilievo. Questo contrasto tra diritto e rovescio accentua il caratteristico effetto ondulato e fa risaltare la trama del punto pavone.

Voltare il lavoro, passando sul lato diritto e cominciare il terzo ferro del punto.

3° ferro (lato diritto): 1 mdb, lavorare tutte le maglie sul ferro a diritto, 1 mdb.

Ecco il risultato dopo il terzo ferro. Ora il rilievo è più evidente, dando al lavoro una maggiore profondità e definizione.

Voltare il lavoro, passando sul lato rovescio e cominciare il quarto e ultimo ferro del punto.

4° ferro (lato rovescio): 1 mdb, lavorare tutte le maglie sul ferro a rovescio, 1 mdb.

Abbiamo completato l’ultimo ferro del punto. Ora anche in altezza la trama è al completo.

Per continuare, sarà necessario riprendere la lavorazione dal primo ferro del punto, ripetendo questi 4 ferri per ottenere l’altezza desiderata.

Dal 5° ferro (lato diritto): ripetere dal 1° al 4° ferro.

Ecco il risultato dopo aver ripetuto questi 4 ferri per altre 3 volte.

Subito si notano sia il caratteristico rilievo ondulato sia gli occhielli decorativi.

I filati più sottili conferiscono alla trama una maggiore compattezza e rigidità, mentre quelli più spessi e morbidi creano una sensazione più delicata e leggera.

Non vediamo l’ora di ammirare le vostre creazioni! Se avete domande o desiderate condividere le vostre esperienze, non esitate a lasciare un commento qui sotto. Siamo qui per aiutarvi e per condividere la passione per la maglia!

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ulteriori percorsi di interesse

0
Would love your thoughts, please comment.x