Punto maglia traforato a falde in rilievo

Punto Maglia in Rilievo Falde: Perfetto per Filati Leggeri e Delicati

Benvenute a questo post dedicato ad un punto maglia leggero e versatile. Insieme, esploreremo le sue caratteristiche, impareremo come lavorarlo e per quali progetti è più adatto.

Iniziamo con l’aspetto visivo.

Il tessuto a maglia realizzato con questo punto presenta un motivo a righe verticali.  Il rilievo si alterna con sottili scalature traforate, alleggerendo la maglia e mettendo in risalto le parti in rilievo. Le linee ondulate conferiscono al tessuto una texture ricca e una profondità visiva uniforme.

Il lato rovescio del tessuto non presenta rilievi, ma segue fedelmente il motivo traforato.

 

Ciò che rende questo punto davvero speciale è che, nonostante appartenga alla categoria dei punti traforati, il suo motivo è molto peculiare e non tipico dei punti lavorati ai ferri. Grazie alle righe verticali in rilievo che attraversano il tessuto, la maglia ottiene una distribuzione del peso equilibrata. Questo conferisce all’indumento un aspetto leggero, ma allo stesso tempo solido e sostenuto. Questo è un aspetto molto importante, in quanto evita che la maglia si arricci o si deformi durante l’uso, cosa comune nei tessuti traforati leggeri lavorati con punti maglia traforati.

Tra le caratteristiche vantaggiose di questa maglia ci sono la sua elasticità e leggerezza. L’aspetto curato, ben definito e regolare delle colonnine è ottenuto grazie alla lavorazione di due maglie insieme a diritto in modo simmetrico, ovvero “a specchio”. Questo significa che le maglie lavorate insieme a diritto sono inclinate sia verso destra che verso sinistra. A parte le due maglie lavorate insieme, la lavorazione del punto richiede soltanto maglie diritte, rovesce e gettati.

 

Il motivo a falde di questo punto maglia crea una struttura plissettata che conferisce volume e texture al tessuto, rendendolo ideale per progetti che richiedono una maggiore tridimensionalità. Questo motivo si ripete ogni 6 maglie lungo il ferro e su 2 ferri in altezza. Di conseguenza, il punto si lavora su un numero di maglie multiplo di 6 a cui va aggiunta 1 maglia per garantire la simmetria. Questa maglia supplementare viene lavorata alla fine di ogni ferro dispari e all’inizio di ogni ferro pari. Inoltre, sono necessarie altre 2 maglie di bordo per completare il lavoro.

Per una comprensione più approfondita della lavorazione di questo punto, vi consiglio di consultare il video tutorial passo dopo passo disponibile qui:



Prima di procedere con il punto, è importante ricordare come lavorare due maglie insieme verso destra e due maglie insieme verso sinistra:

  • Lavorare due maglie insieme a diritto (verso destra): Afferrare e lavorare entrambe le maglie contemporaneamente, come se fossero fuse in una sola.
     
  • Lavorare due maglie insieme a diritto (verso sinistra): Trasferire la prima maglia dal ferro sinistro al ferro destro senza lavorarla, quindi lavorare a diritto la seconda maglia sul ferro sinistro e infine tornare alla maglia trasferita in precedenza e accavallarla sopra la maglia appena lavorata a diritto.
         

Passiamo alla lavorazione.

Per ottenere un campione, potete avviare 27 maglie (di cui 24 maglie destinate al punto + 1 maglia per garantire la simmetria + 2 maglie riservate per i bordi).

punto maglia ai ferri avvio maglie

Dopodiché, per rifinire il bordo, ho lavorato tutte le maglie a diritto per ottenere un bordo uniforme utilizzando il punto legaccio. Ora, trovandomi di nuovo sul lato diritto del lavoro, inizio il primo ferro del punto.


bordo rifinito con il punto legaccio ai ferri

1° ferro (lato diritto): dopo aver trasferito la prima maglia di bordo senza lavorare, lavoro ogni 6 maglie del ferro in questo modo: 1 maglia a rovescio, 2 maglie insieme a diritto (verso destra), 1 gettato, 1 maglia a rovescio, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto (verso sinistra). Ripeto questa sequenza di 6 maglie per tutto il ferro. Alla fine del ferro rimangono 2 maglie: lavoro a rovescio la penultima maglia di simmetria e l’ultima maglia di bordo altrettanto a rovescio.

Dopo aver completato il primo ferro, volto il lavoro e inizio il secondo e ultimo ferro del punto, lavorando tutte le maglie come si presentano sul lato rovescio.

2° ferro (lato rovescio): dopo aver trasferito la prima maglia di bordo senza lavorare, lavoro a diritto la maglia di simmetria. Dopodiché lavoro ogni 6 maglie del ferro in questo modo: 2 maglie a rovescio, 1 maglia a diritto, 2 maglie a rovescio, 1 maglia diritto. Ripeto questa sequenza di 6 maglie per tutto il ferro. Alla fine del ferro lavoro a rovescio l’ultima maglia di bordo.

Dopo aver completato il secondo ferro, volto il lavoro e torno al lato diritto per ricominciare il procedimento dal primo ferro del punto.

Dal 3° ferro (lato diritto):  ripetere tutto il procedimento dal 1° al 2° ferro.

Vantaggi dell’abbinamento del punto a maglia falde con punti semplici in piano.

È importante notare che il punto a maglia falde si abbina molto bene sia con i punti semplici in piano, come la maglia rasata diritta o rovescia, che con il classico punto legaccio. Questo abbinamento offre diversi vantaggi: fornisce un contrasto visivo nitido che permette al motivo a maglia di risaltare, bilancia la complessità del motivo stesso e crea una superficie uniforme che contrasta con la trama più intricata del motivo a maglia. Pur essendo possibile abbinare il punto a maglia con altri punti fantasia, l’uso dei punti semplici in piano può contribuire a una migliore coesione estetica nel progetto finale, mantenendo un equilibrio armonioso tra dettaglio e semplicità.

Un altro vantaggio nell’utilizzare questo punto a maglia risiede nell’opportunità di sfruttare filati semplici e sottili. Grazie al rilievo a falde, che permette una buona traspirabilità, il risultato finale del progetto assume un aspetto pulito e delicato. Questa caratteristica lo rende ideale per l’utilizzo di filati leggeri, come quelli in lana o poliestere morbidi.

Considerando che il punto a maglia traforato è generalmente preferito per le stagioni primaverile ed estiva, i filati naturali come il cotone pettinato, il bamboo o il sisal rappresentano scelte eccellenti. Questi materiali non solo si adattano bene al punto traforato, ma conferiscono anche alla maglia un peso piacevole, arricchendo il tessuto sia al tatto che visivamente.

L’utilizzo di filati sottili e naturali in questo tipo di punto maglia non solo accentua la leggerezza e la traspirabilità del capo finito, ma aggiunge anche una nota di raffinatezza e freschezza al progetto complessivo.

 


Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ulteriori percorsi di interesse

0
Would love your thoughts, please comment.x